Cosa Vedere a Santorini

L’isola di Santorini, formatasi dai resti di un cratere vulcanico, è unica e d’effetto. I traghetti navigano sul cratere sommerso per raggiungere il porto di Skala Thiras. In alto è abbarbicata la città di Thira. Si tratta di una salita davvero ripida: su per un sentiero a zigzag dal porto della città.

Recati prima di tutto a Thira, la capitale dell’isola, che ogni anno accoglie un gran numero di visitatori. Qui la stagione turistica dura più che in altre parti: le navi da crociera e i traghetti portano turisti per gite di un giorno dalla primavera all’autunno, quando ormai le isole sono più tranquille.

Sull’orlo di una caldera all’estremità settentrionale dell’isola trovi il paese di Oia, uno dei posti più tranquilli dell’isola. All’altra estremità trovi Akrotiri, dove i resti preservati di una città minoica devastata dalla gigantesca eruzione vulcanica del 1625 a. C., danno origine all’attuale città.

Nel Museo Archeologico di Thira puoi ammirare reperti provenienti da Akrotiri. Recati sulla costa orientale dell’isola per vedere le rovine dell’antica Thira. All’interno e intorno alla caldera di Santorini, trovi numerosi isolotti, facilmente raggiungibili in barca da Thira. Il più grande, Thirasia, faceva parte dell’isola principale fino a quando nel 236 a. C. un terremoto non ne provocò la scissione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *