Come Pulire il Bronzo

Il bronzo è un metallo presente in molti oggetti della casa, soprattutto nelle maniglie delle porte che spesso vengono realizzate con quest’ultimo. Purtoppo però, come l’argento, il bronzo tende a perdere la sua naturale lucentezza. Se seguirete questa guida però darete nuova vita ai vostri bronzi.

Impugnatura, guarnitura
Se si tratta di un oggetto che può essere smontato, pulitelo con farina di patate calda. Sciacquate quindi con acqua tiepida, e lucidate con uno straccio ben asciutto.
Potete anche sperimentare questa ricetta fornita da un ebanista, che consiste nell’impiegare farinata di fagioli secchi o di fave secche, cotta in acqua. Dopo aver passato questa farinata allo staccio, immergetevi una spazzola morbida e con questa strofinate il bronzo. Asciugate, poi lasciate seccare nella segatura di legno.

Pulizia
Se i vostri bronzi hanno perduto il loro splendore e sono veramente sporchi, strofinateli con succo di limone o aceto di alcool mescolati ad acqua e ad ammoniaca (un terzo di ciascuna). Se il vostro oggetto è ornamentato e comporta numerosi motivi difficili da raggiungere con lo straccio, servitevi di una spazzola flessibile.
Il petrolio fa meraviglie sugli oggetti molto grassi ma non bisogna dimenticare di lavarli poi con acqua addizionata di detersivo per piatti e di sciacquare sotto l’acqua fredda. Terminate lucidando con lo straccio. Per ulteriori dettagli è possibile vedere questa guida sulla pulizia del bronzo sul blog Comepulire.net.

Bronzo dorato
Il vino rosso caldo è, si dice, eccellente per ridare lo splendore al bronzo dorato.
Verderame
Lo toglierete utilizzando la stessa ricetta del rame: aceto caldo (o limone) addizionato di sale grosso. Sciacquate molto accuratamente con acqua pura. Non utilizzate questa ricetta da choc sul bronzo dorato o, in questo caso, fate una prova su una piccolissima superficie per verificare che non causi dei guasti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *