Come Risparmiare in Casa

Risparmiare. Un’espressione di difficile comprensione per la quasi totalità dei soggetti, individuati soprattutto fra i giovani. Eppure, risparmiare non è poi così difficile. Con questa guida mi presterò a illustrarvi come sia facile poter risparmiare, utilizzando un metodo di “bilancio” personale, che potrà essere settimanale, mensile, e così via.

Per risparmiare bisogna, prima di tutto, determinare quale tra i bisogni sono quelli principali o quelli che ci danno maggiormente la soddisfazione. Quindi, classificare i nostri bisogni per ordine di importanza. In questo modo, ad esempio, ci renderemo conto che andare a comprar una pizza due volte a settimana sia meno importante che acquistare un libro una volta al mese.

Fatta tale classificazione, precedentemente sopra spiegata, dovrete stabilirvi una quota mensile o settimanale massima, oltre la quale non dovreste spendere. In modo tale, ad esempio, uno studente che riceve una paghetta mensile di 50 euro decida di utilizzare solo 30, le restanti 20 euro andranno risparmiate.

Una volta classificati i bisogni per ordine di importanza e stabilita la somma massima, dovrete solo mettere in pratica, anche solo per prova, tale metodo. Quest’ultimo, se rispettato nei minimi punti da voi stabiliti, vi garantirà un risparmio. Ovviamente, l’efficienza di tale metodo sarà affidata a una vostra coerenza, sia nella classificazione dei bisogni che nello stabilire la somma massima.